INSONNIA: come dormire bene usando rimedi naturali

L’insonnia è la difficoltà che ha un soggetto ad addormentarsi anche quando ha la possibilità di farlo, venendo così a mancare una funzione fisiologica importante e necessaria per il recupero.

Le persone che soffrono di questo disturbo presentano uno stato di stanchezza generalescarsa energiadifficoltà a concentrarsidisturbi dell’umore e di conseguenza diminuzione delle prestazioni lavorative o scolastiche.

Le cause più frequenti che rendono insonni sono:

  • l’abuso di farmaci
  • lo stress
  • l’intensa attività sportiva (importante anche il dimagrire)
  • l’uso eccessivo di tv, internet e radio
  • lo studio serale
  • le preoccupazioni in genere
  • la caffeina
  • lo squilibrio ormonale.

Per mantenere uno stato di salute ottimale un adulto dovrebbe dormire almeno 7 ore a notte, mentre bambini e adolescenti almeno 8.

Indipendentemente quale sia la causa dell’insonnia è bene mettere in pratica alcune regole di vita.
La sera bisogna evitare pasti abbondanti, abuso di alcolici o fumare sigarette prima di coricarsi. Appena si avvertono i primi segni di stanchezza è preferibile andare a letto possibilmente alla stessa ora.
Un buon alleato del sonno sono le bevande calde, bere una tisana o latte prima di andare a dormire aiuta a conciliare il sonno, è importante escludere la caffeina.
Alla base di un buon riposo devi esserci un letto comodo, con materasso adeguato alle proprie esigenze, con coperte non troppo pesanti e con una stanza priva di rumori, la cui temperatura ambientale sia compresa tra i 15° e 18°.

Se tutto ciò non bastasse, ecco che arriva in aiuto un allestimento dai laboratori galenici a base di melatonina, che è un ormone con effetto sedativo prodotto naturalmente dal nostro organismo in base alla luce solare: quando lo stimolo luminoso arriva alla retina viene trasmesso un segnale che inibisce la sua secrezione.
Il buio, al contrario, ne stimola il rilascio, quindi il cervello la utilizza come una sorta di segnale per informare l’organismo che è buio e che pertanto è il momento di dormire.

La melatonina può essere allestita in diverse forme farmaceutiche: capsule, compresse, gocce e sciroppi, a vari dosaggi, 3 mg, 5 mg, 10 mg ,20 mg solo con ricetta medica.
Potranno essere inoltre preparate senza lattosiosenza glutine o senza un determinato eccipiente che possa causare problemi al paziente.

Sempre con ricetta medica, può essere associata ad altre sostanze, ad esempio estratti vegetali come valeriana, biancospino, passiflora.

  • Biancospino: agisce come spasmolitico, sedativo e ansiolitico naturale.
  • Passiflora: sedativa e ansiolitica, stimola il sonno senza produrre senso di intorpidimento mattutino.
  • Valeriana: manifesta un’azione autoinducente, riducendo cioè il tempo necessario per addormentarsi e migliorando la qualità del sonno.

Dott. Paolo Calliero
Farmacista Preparatore

©2019 Farmacigalenici.it
Le informazioni contenute in questo articolo sono a scopo puramente divulgativo, non vogliono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente. Si raccomanda pertanto di consultare il proprio medico di fiducia prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *